logo-official

clicca per accedere allo shop con il codice donazione cesvi già assegnato

Fondazione Cesvi Onlus

Cesvi è un’organizzazione umanitaria laica e indipendente nata a Bergamo nel 1985. Da oltre 30 anni Cesvi porta il cuore, la generosità e l’operosità degli italiani nelle emergenze e nei luoghi più poveri del mondo attraverso progetti di lotta alla fame, alle grandi pandemie, per la tutela dell’ambiente e la protezione dei minori in Italia e all’estero.
Cesvi non concede elemosine ma fornisce gli strumenti e le competenze che renderanno le popolazioni locali padrone del loro futuro.

Progetto: ADOTTA UN ALBERO DI NOCE AMAZZONICA IN PERU’

Grazie ai tuoi acquisti su Civilmarket contribuisci a rafforzare lo sviluppo economico sostenibile delle filiere della Noce Amazzonica.

CONTESTO
Le regioni andine d’intervento, i cui Governi Regionali conformano la Mancomunidad Regional de los Andes, registrano alcuni tra i più alti livelli di povertà del Paese: in media, il 36% della popolazione vive in condizione di povertà e l’8,5% in povertà estrema, che colpisce soprattutto le popolazioni rurali di origine quechua, in maggioranza dedite all’agricoltura.

La regione amazzonica di Madre de Dios si caratterizza per essere uno dei luoghi al mondo con la più alta biodiversità ed il suo importantissimo patrimonio naturale è tutelato da vincoli ecologici. Nonostante il 54% del territorio regionale sia protetto da parchi e riserve naturali, molte sono le minacce derivanti da attività economiche estrattive illegali ed informali, quali oro, legname e idrocarburi.

Le aree di piantagione della Noce Amazzonica, inoltre, presentano tassi di degradazione e deforestazione superiori alla media, dovuti ad attività agricole e d’estrazione del legname per lo più illegali.

La Noce Amazzonica è una specie vegetale autoctona delle zone coinvolte nel progetto e grazie al suo elevato contenuto di proteine, amminoacidi essenziali, vitamine ed oligoelementi è stata riconosciuta come “Super Alimento”, la cui richiesta a livello nazionale ed internazionale è in continua crescita.

L’OBIETTIVO DEL PROGETTO
Adottando un albero di Noce Amazzonica si contribuisce a rafforzare lo sviluppo economico sostenibile delle filiere della Noce Amazzonica.
Si punta a promuovere sia l’esportazione sia la vendita e il consumo locali di questi prodotti con alti valori nutrizionali, economici culturali e d’inclusione sociale.
Vogliamo puntare ad avere ricadute sia sugli ingressi delle famiglie dei produttori, sia sulla consapevolezza dei consumatori peruviani e internazionali, nonché sul ruolo di questi prodotti nel miglioramento della sicurezza alimentare e della salute.

BENEFICIARI
I 460 beneficiari in Madre de Dios sono riuniti in 4 associazioni e una federazione indigena, coinvolgendo il 40% dei produttori di Noce Amazzonica dell’intera regione. Le famiglie sono composte in media da 6 membri e al raggiungimento degli obiettivi il progetto avrà migliorato le entrate di almeno 2.700 persone.

LA TESTIMONIANZA – Julia Inuma Fernandez
Julia e la sua famiglia sono stati tra i primi ad insediarsi nel territorio dove ora sorge la comunità di Boca Pariamanu. Si erano trasferiti da un centro abitato chiamato “Triunfo”, situato più a nord. All’epoca era una bambina di 9 anni e la comunità era composta da solo cinque famiglie. Oggi Julia ha 64 anni e sia lei che i suoi fratelli sono rimasti nella comunità oggi formata da quasi trenta famiglie. Essendo rimasta vedova, vive insieme a sua figlia Ana, al cognato e a suo nipote Geid di un anno, ma la loro casetta si trova anche a pochi passi da quelle dei fratelli.

Julia conosce la città ma non c’ha mai vissuto e mai ci vivrebbe. “La gente là è cattiva” – dice- “ti derubano, usano la violenza”. Nella foresta si sente sicura, nella comunità si conoscono tutti e si proteggono a vicenda. Spiega che per vivere in città bisogna avere dei soldi mentre nella foresta mangia ciò che coltiva, il bestiame che alleva o i frutti che raccoglie. La vita nella comunità è molto cambiata da quando Julia era piccola. Al principio gli abitanti erano soprattutto raccoglitori e raccoglievano i frutti che crescevano in maniera spontanea. I guadagni della raccolta, però, non bastavano per tutto l’anno e grazie all’orientamento e accompagnamento di ONG come il CESVI, la comunità si è volta maggiormente all’agricoltura. Julia trascorre le sue giornate lavorando il suo appezzamento di terra e coltivando manioca, riso, mais e alberi di banana. Si alza prima dell’alba, alle quattro del mattino, e va a letto molto presto alle sei del pomeriggio, quando è oramai troppo stanca per intraprendere qualsiasi altra attività. Quando arriva la stagione della raccolta delle noci amazzoniche sale invece sul monte e si addentra nella foresta più fitta, assieme agli altri comuneros, dove si concentrano gli alberi di noce amazzonica. Prima dell’inizio del progetto con Cesvi ciascuno vendeva la sua parte di noci al primo offerente mentre ad oggi si vende la totalità della raccolta ad un unico compratore e ad un prezzo giusto. A Julia piacerebbe trovare dei mercati altrettanto favorevoli anche per gli altri prodotti da lei coltivati ed il suo sogno è quello di comprare un carrello ambulante per poter rivendere i frutti della sua terra e ottenere così dei miglior guadagni.

Realizzare un Progetto del Cuore significa cambiare per sempre la vita di una persona, di una famiglia, di un’intera comunità.
Scegliendo di adottare un albero di Noce Amazzonica in Perù diventerai un Guardiano della Foresta e regalerai la speranza di una vita migliore a tante mamme, papà e bambini. La tua adozione si trasformerà in una preziosa fonte di reddito che cambierà per sempre la loro vita.

Fondazione CESVI Onlus – C.F. 95008730160

Via Broseta, 68/A,
 24128 Bergamo BG

mail: aziende@cesvi.org
tel: 035 2058058

http://www.cesvi.org

08/10/2019

0

Start typing and press Enter to search

×

Benvenuto!

Clicca sotto per avviare la chat con WhatsApp Civilmarket o scrivici una mail a:

info@civilmarket.org

× Possiamo aiutarti?